Colonna de S. Cristò

150° Anniversario inaugurazione monumento a San Cristoforo

Il 31 luglio 1870 veniva solennemente inaugurato, nella piazza centrale di Urbania, un monumento votivo dedicato al Santo patrono Cristoforo.

C’è una colonna con S. Cristoforo in cima nella Piazza S. Cristoforo di Urbania, una volta Piazza del Borgo. Perché è stata messa quella colonna?

Scrive don Enrico Rossi: “Con questo obelisco alto 14 metri, dove troneggia la bronzea statua del nostro Patrono, Urbania nel 1870 scioglieva finalmente i voti emessi in due luttuose circostanze: nel terremoto del 3 giugno 1781 e nell’epidemia colerica del 1855. Le iscrizioni, dettate la prima dal Morcelli, le altre dal P. Angelini, hanno l’eloquente linguaggio della fede e della gratitudine”. Quel monumento alto 14 metri fu disegno di Mariano Raffaelli, la colonna di travertino scolpita da Antonio Pierini, la statua modellata in Roma da Achille Stocchi e fusa in bronzo da Cesare Castri.

Alla base quattro iscrizioni raccontano il fatto:

“I. Nell’anno del Signore 1781 per un violento terremoto tutta la città profuga dalle proprie case e dal suolo patrio ma salva, dal giorno 3 giugno, uscì in una zona pianeggiante e qui costruì un altare per le celebrazioni e intorno un accampamento improvvisato dove stette 45 giorni.

  1. Nell’anno del Signore 1855 infuriando tutt’intorno un’epidemia proveniente dall’Asia, noi Urbaniesi, implorato l’aiuto della gran Madre di Dio, Maria, e del martire san Cristoforo, fummo immuni, se qualcosa nei mesi di settembre e ottobre la peste apportò, cominciando novembre questo svanì per le incessanti preghiere rivolte.

III. Passato il pericolo per volontà di Dio Onnipotente e implorata la pace, le autorità e il popolo urbaniese in onore di Maria Vergine Madre di Dio e del Patrono san Cristoforo per voto, consacrarono nel 1865.

  1. Maria, potente in cielo e in terra, la salvezza di Urbania a Te viene affidata, in Te è riposta la speranza, a Te e a Cristoforo Martire Patrono, Urbania si consacra, innalzò a Voi questo monumento perché testimoni ai posteri che Urbania è sotto la Vostra tutela. An. 1869”. (traduzione a cura di Anna Maria Leonardi)

Ai tempi del corona virus, quella colonna è un insegnamento e un’indicazione: affidarci ancora una volta alla specialissima protezione della Madonna dei Portici e del patrono S. Cristoforo.

La festa del 25 LUGLIO vedrà la solenne liturgia presieduta all’Arcivescovo Giovanni alle 21, ma non seguirà la Processione in città per i motivi noti. Però la benedizione delle auto si terrà ugualmente DOMENICA 26 LUGLIO ALLE 18, lungo la via Roma.

  1. Cristoforo dall’alto della sua colonna e la Madonna dei Portici, ancora una volta, intervengano per rispondere alle preghiere dei tanti devoti, affinché siamo liberati dal Covid-19 ed anche dagli altri virus che danneggiano la vita spirituale e sociale. questo morbo.
Recent Posts

Leave a Comment